Esse causarono in totale 130 000/199 000 morti (80 000/135 000 a Hiroshima e 50 000/64 000 a Nagasaki), a cui se ne aggiunsero molte altre migliaia dovute all'effetto a lungo termine delle radiazioni. [83][N 7], Dal punto di vista quantitativo, a partire dalla primavera del 1943 la superiorità della VVS si fece sempre più schiacciante. [81], A partire dal luglio 1941 gran parte dell'industria aeronautica sovietica (impianti e operai) venne ordinatamente trasferita a est, oltre gli Urali, per sottrarsi ai bombardamenti tedeschi. [141], Intanto, in Gran Bretagna, gli Alleati avevano completato i preparativi per la più grande operazione anfibia della storia, lo sbarco in Normandia, che avrebbe aperto loro la strada verso il cuore della Germania. Anche in questo caso lo sbarco anfibio fu preceduto, la notte avanti, dal lancio di truppe aviotrasportate e fu supportato dall'azione determinante di 5 000 aeroplani, di cui 2 000 basati in Corsica. Colpita al timone da un aerosilurante, la nave tedesca andò fuori controllo e fu poi finita dalle cacciatorpediniere inglesi. Dopo la decisiva direttiva sullArea bombing diramata dall'abile capo di stato maggiore della RAF Charles Portal, a partire dal febbraio 1942 il Bomber Command (posto sotto la nuova guida del risoluto maresciallo dell'aria Arthur Harris) concentrò le sue attenzioni sul bombardamento a tappeto delle città tedesche, con l'obiettivo primario di minarne le infrastrutture e il morale. [155] Tuttavia, tra l'estate del 1944 e la fine della guerra, poterono entrare in servizio oltre al Me 262 anche il bombardiere Arado Ar 234 e il caccia Heinkel He 162. [47] La conquista dei Paesi Bassi fu più difficoltosa. [13], Le forze aeree tedesche erano andata ricostituendosi poco a poco nel corso degli anni venti e trenta nonostante le limitazioni al riarmo tedesco imposte dagli Alleati dopo la fine della prima guerra mondiale. I possedimenti dell'Asse nel mar Egeo rimasero in mano ai tedeschi fino alla fine della guerra, dal momento che gli Alleati non vollero distogliere le loro forze navali e aeree dai fronti dell'Italia e della Francia. [160] Gli inglesi ebbero un certo successo nel difendersi da queste armi grazie ai loro veloci caccia intercettori e, soprattutto, grazie all'artiglieria contraerea. La maggior parte dei piloti vennero fatti prigionieri, ma molti riuscirono a fuggire in Francia e di qui, poi, in Inghilterra, dove continuarono a combattere nelle file della RAF fino alla fine della guerra.[39]. [136], L'operazione Torch, uno sbarco anfibio e aereo anglo-americano nel Marocco e nell'Algeria francesi venne coordinato in modo vagamente maldestro dallo stato maggiore unificato alleato; tuttavia, esso ebbe l'effetto di ampliare e rafforzare i presidi alleati in Nordafrica. [53] Con l'intenzione di logorare il Fighter Command ("comando caccia"), che rappresentava l'ostacolo principale all'ottenimento della superiorità aerea necessaria per l'invasione, i tedeschi si concentrarono sulla distruzione dei caccia inglesi e delle loro basi. [93][N 8], Per tutto il 1941, e per la seconda metà della guerra, l'Atlantico settentrionale rimase teatro di intense operazioni. [90], Verso la fine della guerra, in parte grazie all'ormai indiscussa superiorità numerica della VVS rispetto alla Luftwaffe e in parte grazie alla stretta collaborazione tra l'aviazione e l'esercito, l'avanzata che avrebbe portato i sovietici alle porte di Berlino nella primavera del 1945 fu sostanzialmente lineare e costante. [38][39][40], I tedeschi inviarono in Polonia circa 2 000 aeroplani moderni e altrettanti equipaggi ben addestrati;[38] essi ebbero facilmente ragione dei circa 600 velivoli della Polskie Lotnictwo Wojskowe, prevalentemente caccia PZL P.11 e PZL P.7 e bombardieri PZL.23 Karaś e PZL.37 Łoś. Man mano che i sommergibili tedeschi diventavano obsoleti sostituirli con modelli nuovi diventava sempre più difficile, e nessuna nuova tattica di combattimento riuscì a ribaltare la situazione in favore della Kriegsmarine. [41][42] Entrata in azione per la prima volta contro i tedeschi il 3 settembre, la Polskie Lotnictwo Wojskowe praticamente scomparve dai cieli il 17;[39] Varsavia cadde il 28, e la campagna di Polonia si concluse il 6 ottobre. La squadra aerea vola su Malta bombardando la terraferma. Gli aerei da combattimento, Stuka, dell'aviazione militare tedesca si preparano al decollo. [132], L'VIII Armata britannica attaccò le forze dell'Asse il 18 novembre 1941, e gli eventi dei giorni successivi videro la RAF collezionare diversi successi, sia abbattendo un gran numero di Ju 87, che i tedeschi usavano per il supporto ravvicinato alle azioni dei loro corazzati, sia distruggendo a terra interi gruppi di caccia italiani (prevalentemente Fiat G.50 e Macchi M.C.200). [143] La III. [24], Quando l'Impero giapponese entrò in guerra a fianco delle potenze dell'Asse, il 7 dicembre 1941, il conflitto sino-giapponese era in corso già da quasi 10 anni. Il numero di velivoli a disposizione della Lufwaffe sul fronte francese era all'incirca equivalente; si trattava per lo più di Do 17, He 111 e Ju 87. [29], La forza aerea dell'esercito, la United States Army Air Forces (United States Army Air Corps fino al 20 giugno 1941),[30] crebbe moltissimo nel corso del periodo tra il 1939 e l'entrata in guerra degli USA, e ben presto divenne un'aviazione di primo piano. Un carrello interamente retrattile all'interno della fusoliera permette di atterrare anche su terraferma. [166], Il maresciallo delle forze aeree sovietiche, La tecnologia aeronautica e l'impiego bellico dell'aviazione negli anni trenta, La Dai-Nippon Teikoku Rikugun Kōkū Hombu e la Dai-Nippon Teikoku Kaigun Kōkū Hombu, La United States Army Air Forces e le forze aeree dell'US Navy, Dalla "guerra lampo" alla battaglia d'Inghilterra, "Strana guerra" ed espansione tedesca in Danimarca e Norvegia, Invasione del Belgio, dei Paesi Bassi e della Francia, Dall'inizio dell'invasione all'inverno: la supremazia della Luftwaffe, La seconda fase della guerra sul fronte orientale e l'avanzata finale, Ultimi combattimenti sul fronte occidentale, La fine del conflitto: dalle bombe volanti agli ordigni atomici, Tra i ruoli sostanzialmente anticonvenzionali ricoperti dall'aviazione durante la seconda guerra mondiale figurarono ad esempio il lancio di, Altre fonti riportano la cifra (sostanzialmente compatibile) di 3 750 velivoli in prima linea, più altri 3 000 destinati all'addestramento. Armee nell'area di Stalingrado. [18] Gli aerei schierati dalla Royal Air Force all'inizio del conflitto erano caccia come gli Hawker Hurricane e i Supermarine Spitfire, caccia pesanti come il Boulton Paul P.82 Defiant, bombardieri come il Bristol Blenheim, il Vickers Wellington, il Fairey Battle. Un altro problema riguardò lo sviluppo di nuovi motori, praticamente interrotto a metà degli anni trenta e proseguito, da allora, solo con la modifica e l'adattamento di motori stellari stranieri prodotti su licenza. I tedeschi svilupparono un ricevitore d'allerta radar come contromisura, e allora gli inglesi realizzarono il sistema radar altamente perfezionato H2S su lunghezza d'onda centimetrica. [45], Il 10 maggio prese avvio l'operazione (Fall Gelb) che avrebbe portato alla conquista tedesca dei Paesi Bassi, del Belgio e della Francia. Sul fronte occidentale gli Alleati disponevano di una sostanziale superiorità in termini di marina e di eserciti terrestri, mentre le aviazioni francese, belga e olandese erano nettamente inferiori alla Luftwaffe, per il numero di aeroplani e soprattutto per la loro qualità; l'aviazione britannica poté intervenire solo in misura limitata a causa della distanza tra il fronte e le basi dell'Inghilterra meridionale. [25] Alla fine del 1941 l'esercito disponeva, complessivamente, di circa 1 500 velivoli, dislocati tra Cina, Manciuria, Siberia, e Filippine. 1 000 di essi erano bimotori da bombardamento tattico (He 111, Ju 88, Do 17Z e qualche Do 217); 400-500 erano bombardieri in picchiata Ju 87; 500 erano caccia monomotori Bf 109 (la maggior parte della versione F, circa un terzo ancora della versione E); 700 erano ricognitori, 100 erano caccia bimotori e 300 trasporti. Gli statunitensi, equipaggiati con bombardieri B-17 Flying Fortress e B-24 Liberator, facevano affidamento sul sofisticato sistema di puntamento Norden per garantire la precisione degli attacchi, e sulle mitragliatrici di bordo per l'autodifesa degli aeroplani che volavano in compatti combat box. Storici americani cercano i bombardieri abbattuti. [66], Nonostante i brillanti risultati ottenuti subito da Rommel contro gli inglesi, l'attenzione dell'Asse si spostò verso i Balcani. [5] Fino a circa il 1935 l'importanza della collaborazione con l'esercito e con la marina era stata sottovalutata, così come l'importanza del ruolo difensivo dell'aviazione (il quale invece si sarebbe rivelato molto importante durante la battaglia d'Inghilterra);[5] comunque, all'inizio della guerra non era in effetti disponibile alcun velivolo veramente adatto a missioni di bombardamento pesante a lungo raggio, e le esigenze della guerra difensiva che gli Alleati condussero nelle fasi iniziali del conflitto mondiale portarono ben presto a migliorare le capacità difensive della RAF e la sua flessibilità nelle collaborazioni con il British Army e la Royal Navy.[5]. DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE Sonderkommando Elba -- i kamikaze - ... sepolti sotto le macerie di Dresda, distruggete gli aerei americani ad ogni costo !”. [98] Il 7 dicembre 1941 l'Impero giapponese (che era in guerra con la Cina nazionalista già dal 1937) lanciò un attacco a sorpresa contro la base navale statunitense di Pearl Harbor, nelle Hawaii, ufficializzando la dichiarazione di guerra subito dopo. Le colonne di mezzi corazzati tedeschi avanzavano protette dalla contraerea leggera, contrastate inefficacemente dai cacciabombardieri alleati; nel frattempo i mezzi terrestri francesi venivano duramente colpiti dagli attacchi di precisione degli Stuka. Armi avanzate della Seconda Guerra Mondiale/Giappone-3. [112], Tra la seconda metà del 1942 e l'inizio del 1943 gli statunitensi riportarono un'importante vittoria strategica con la vittoria nella battaglia navale di Guadalcanal e nella campagna di Guadalcanal che ne seguì. [140] L'aviazione alleata, e specialmente quella statunitense (con i cacciabombardieri P-51 Mustang e P-47 Thunderbolt) compirono un minuzioso ed efficace lavoro di interdizione in cui colpirono duramente vie di comunicazione e depositi di materiale, praticamente paralizzando le forze dell'Asse nell'Italia centrale. [157], Un'altra categoria di Wunderwaffe effettivamente divenute operative furono i missili V1 (Fieseler Fi 103) e V2 (Aggregat 4). [105] Il 7 maggio, nel corso di una serie di schermaglie piuttosto disordinate, essi riuscirono per la prima volta nel corso della guerra ad affondare una grande nave giapponese, la portaerei Shōhō. Contava 105 430 uomini, tra cui 6 340 piloti e 3 260 velivoli, di cui meno di 2 000 erano effettivamente in grado di combattere. È generalmente condiviso che l'esito della seconda guerra mondiale fu profondamente influenzato dall'aviazione, sia nella misura in cui l'aereo contribuì direttamente alle offensive terrestri o navali, sia in quanto – impiegato come bombardiere – ebbe la funzione strategica di minare le infrastrutture e la capacità industriale, oltre che il morale, delle fazioni contro cui venne usato. Con i P-47 e con i nuovi Typhoon e Tempest, spesso armati di razzi aria-terra, gli alleati colpirono pesantemente sia i corazzati nemici che i loro convogli di trasporto, anche se la contraerea causò perdite rilevanti ai cacciabombardieri impiegati in attacchi di questo tipo. [87], A novembre 1942 l'Armata Rossa contrattaccò con successo riguadagnando molto terreno e accerchiando i 300 000 soldati tedeschi della 6. Gli attacchi di questo tipo erano particolarmente letali, perché il loro effetto era dovuto all'impatto di un intero aereo con tutto il carburante e le bombe a bordo, ma in effetti furono relativamente pochi quelli che andarono a buon fine, e la maggior parte dei kamikaze venne abbattuta dalla contraerea o dai caccia di scorta. [63] Gli italiani risposero mettendo sotto pressione Malta e il porto di Alessandria d'Egitto, ma le loro azioni (condotte con bombardieri S.79, S.81 e S.82) non ebbero importanti ripercussioni. Il Coronado è un ricognitore idrovolante a scafo centrale, quadrimotore ad ala alta, con due galleggianti laterali che vengono retratti all'estremità delle semiali dopo il decollo; i propulsori sono quattro Pratt & Whitney raffreddati ad aria. I sovietici però, che erano stati costretti a impiegare nella battaglia anche le unità di addestramento e che avevano usato gli aerei da trasporto civile dell'Aeroflot per far giungere al fronte i rifornimenti, riuscirono man mano a porre un freno all'avanzata tedesca; la Luftwaffe intraprese ad esempio un tentativo di bombardare l'area di Mosca che si scontrò con una consistente resistenza e costrinse alcuni rinforzi ad accorrere dalla Francia. [121] Tuttavia, nella primavera del 1940, le pesanti perdite subite dai britannici nel corso delle azioni di bombardamento strategico diurno costrinsero la RAF a passare al bombardamento notturno; data l'impossibilità di eseguire attacchi notturni di precisione con i mezzi dell'epoca. Nella Seconda Guerra mondiale le battaglie aeree erano violente e sanguinose. Gli Alleati (che pianificavano di trasferire in Norvegia delle truppe già prima dell'inizio delle operazioni tedesche) reagirono eseguendo uno sbarco presso Trondheim il 14 aprile; reparti di caccia Hawker Hurricane e Gloster Gladiator vennero inviati in supporto dell'aviazione norvegese, e anche gli aerei imbarcati sulle portaerei britanniche HMS Ark Royal, Furious e Glorious furono messi in campo contro le forze tedesche. Fin dall'inizio delle ostilità la Germania impiegò una tattica molto efficace e innovativa, nota con il termine tedesco di Blitzkrieg, "guerra lampo": essa si caratterizzava, oltre che per la rapidità d'azione da cui trae il nome, per la stretta collaborazione di unità corazzate terrestri e reparti aeronautici d'assalto. [68], Comunque, i tedeschi non poterono approfittare a fondo dell'importante base strategica che si erano assicurati conquistando Creta, perché gran parte delle forze della Luftwaffe dislocate in Grecia furono richiamate in Germania da Hitler per prepararsi alla già pianificata invasione dell'Unione sovietica: l'operazione Barbarossa. Gli Stati Uniti d'America (che nonostante l'operato dei fratelli Wright erano stati molto lenti a sviluppare una valida aeronautica militare) per tutto il corso della seconda guerra mondiale non ebbero a disposizione un'aviazione indipendente: l'United States Army Air Forces faceva capo all'esercito, e l'aviazione di marina alla United States Navy. Il B 24 è un bombardiere quadrimotore monoplano ad ala alta, carrello retrattile di tipo triciclo anteriore, timoni sdoppiati e motori raffreddati ad aria. I rottami di aeromobili e carri armati sono stati "riciclati". Ci sono innumerevoli libri, dvd e siti web sul grande velivolo della seconda guerra mondiale. B.H. Sezione dedicata interamente allo studio storico ed alla ricerca sul campo dei velivoli precipitati per cause belliche in Romagna durante il secondo conflitto mondiale: oltre 300 sono gli aerei caduti nel territorio costituito dalle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini, dall’imolese e dalla cosiddetta "Romagna toscana". [70], La VVS, molto più numerosa, schierava da 10 000 a 12 000 aeroplani; circa 3 000 erano caccia monomotori, 2 000-2 500 erano aerei da attacco al suolo, 400-500 erano ricognitori; ad essi si aggiungevano 1 500 tra bombardieri e trasporti. [141] Ciononostante la difesa tedesca all'altezza del Garigliano non cedette, e nel vano tentativo di sbloccare la battaglia di Montecassino, gli Alleati bombardarono violentemente un'abbazia del XVII secolo, passando poi all'attacco aereo del villaggio di Cassino.[141][142]. Nei primi mesi del 1941 i tedeschi si limitarono a qualche azione di bombardamento di limitato successo su Suez, ma in febbraio l'arrivo delle truppe di terra del generale Rommel (gli Afrikakorps) avviò un ribaltamento della situazione nordafricana. [138] Il 10 luglio prese avvio l'sbarco in Sicilia per l'invasione della Sicilia: essa aveva una componente anfibia a una aerea, quest'ultima basata su 137 alianti inglesi con truppe di fanteria e 226 C-47 statunitensi carichi di paracadutisti. La propulsione è affidata agl... L'Heinkel 111 è un bombardiere bimotore ad al bassa e carrello mobile, dal caratteristico muso vetrato asimmetrico. Intorno a Kiev, i tedeschi cominciarono a subire gli attacchi dei velivoli Il-2 e Pe-2 accompagnati da caccia Mikoyan Gurevich e Yakovlev di nuovo modello. [154] Progetti per velivoli militari a reazione furono pronti per il 1941, ma Hitler in persona insistette affinché il promettente progetto del Messerschmitt Me 262 venisse sviluppato non come caccia ma come bombardiere. [N 4] Alcuni esperimenti con dirigibili portaerei (USS Macon e USS Akron) non avevano avuto seguito. PER CONTATTI E-mail. Tuttavia in questa fase i caccia erano per lo più obsoleti biplani I-15 o I-153 o monoplani I-16, i bombardieri erano in maggioranza altrettanto anziani SB-2 o TB-3. [7], Anche la tecnologia aeronautica progredì sensibilmente, con la graduale affermazione del monoplano sul biplano, con il costante aumento della potenza dei motori e con la nascita, sul finire degli anni trenta, dei primi velivoli monoplani con struttura interamente metallica, carrello retrattile e abitacolo chiuso. [151], Tra febbraio e aprile, i raid di bombardamento Alleati sulle città si intensificarono a livelli senza precedenti (è del 13-14 febbraio il già citato bombardamento di Dresda). [52] Incapaci di avere ragione del Fighter Command di sir Hugh Dowding, la cui capacità di resistenza era stata sottovalutata, i comandanti della Luftwaffe videro gradualmente sfumare la possibilità di ottenere la superiorità aerea sopra il Regno Unito;[52] il 17 settembre Hitler rimandò a tempo indefinito l'invasione,[54] decretando sostanzialmente la sconfitta della Luftwaffe nella battaglia d'Inghilterra. [28], Nel corso degli anni trenta, comunque, gli statunitensi avevano sviluppato diversi caccia paragonabili per caratteristiche ai loro omologhi europei, e inoltre si erano portati all'avanguardia nel campo della costruzione di bombardieri strategici (nei quali, come i britannici, nutrivano una fiducia incondizionata). [164], L'Impero giapponese, dal punto di vista militare e industriale, era già stato messo in ginocchio dai bombardamenti convenzionali e dalle azioni della US Navy. [11][12] Alcuni degli aerei che avrebbero partecipato al conflitto mondiale (come gli italiani Fiat C.R.32, i tedeschi Junkers Ju 52/3m, Junkers Ju 87 e Messerschmitt Bf 109, i sovietici Polikarpov I-16 e i giapponesi Mitsubishi modello 96) ebbero quindi il battesimo del fuoco prima dello scoppio della guerra, contribuendo ad accrescere l'esperienza di piloti e progettisti. Durante la Seconda guerra mondiale, gli aerei militari americani e inglesi bombardarono una settantina di volte anche la Svizzera, provocando la morte di 84 persone. Sostituiti la maggior parte dei Gladiator con moderni Hurricane, la RAF sopraffece in breve la Regia Aeronautica e tra il 9 settembre e i primi di dicembre si spinse a ovest fino a conquistare tutta la Cirenaica. Tuttavia, più tardi, de Gaulle ottenne il suo scopo con mezzi esclusivamente politici. [163], Sul fronte del Pacifico, la conquista statunitense delle isole Marianne e, poi, di Iwo Jima aveva messo a disposizione dell'USAAF le basi avanzate di cui essa aveva bisogno per iniziare una nuova offensiva strategica sulle città giapponesi impiegando il nuovo, sofisticato bombardiere pesante a lungo raggio Boeing B-29 Superfortress. Nonostante il coraggio e l'abilità dei piloti polacchi,[38] l'inferiorità numerica e tecnica dei loro mezzi rese impossibile un'opposizione efficace alla Luftwaffe. I bombardamenti della RAF cessarono il 6 aprile, e il 10 terminarono anche le azioni strategiche dell'USAAF. Questo, insieme l'inesperienza dei giovani piloti, contribuì in misura considerevole al fallimento dell'operazione. [72], L'operazione Barbarossa prese avvio all'alba del 22 giugno 1941, con l'obiettivo di completare la conquista dell'URSS in sei settimane. La maggior parte della piccola aviazione dell'esercito danese venne distrutta a terra dagli attacchi dei Bf 110 della Luftwaffe. [135], Grazie a un importante contributo dell'aviazione da bombardamento tattico, Rommel si era aperto la via verso l'Egitto nella battaglia di Bir Hacheim del maggio-giugno 1942. [52], I velivoli della Royal Air Force e quelli della Luftwaffe iniziarono a scontrarsi sopra la Manica a partire dai primi di luglio, mentre il 13 agosto (il cosiddetto Adlertag, il "giorno dell'aquila") cominciò l'attacco più massiccio sul suolo inglese. [166][167] Anche se gli americani proseguirono con i bombardamenti tradizionali per un'altra settimana,[168] fu questa azione a provocare il 15 agosto la resa del Giappone agli Alleati. [149], L'operazione Market Garden, iniziata il 17 settembre 1944, si avvicinò ad essere per gli Alleati una grave sconfitta. Franco Pagliano, Aviatori Italiani, Mondadori, 1967; Questa pagina (e solo per apparire su … Nella notte quasi 4.000 fra marines e altri militari americani e 650 soldati e poliziotti afghani sono penetrati a sud della valle del fiume Helmand, una roccaforte dei talebani. Il loro ritardo nel campo della tecnologia aeronautica venne colmato nel primo dopoguerra, ma la forza aerea degli USA non divenne un'arma indipendente fino al, Nelle notti tra il 7 e l'8 e tra l'8 e il 9 agosto 1941, alcuni bombardieri sovietici, A una fine simile sarebbe andata incontro la gemella della, Per confronto, nello stesso anno gli U-Boot distrussero 429 navi. [68] Nel frattempo sul mare intorno all'isola si combatté un'importante battaglia aeronavale, che vide i bombardieri della Luftwaffe (con qualche supporto da parte della Regia Aeronautica) contrapposti alla Mediterranean Fleet inglese, la quale cercava di impedire che truppe tedesche compissero uno sbarco anfibio su Creta. Lo Junkers 88 è un bimotore monoplano ad ala bassa, interamente metallico, propulso da motori radiali o in linea a secon... Prodotto a partire dal 1941, il P 51 Mustang è un caccia monoplano, monomotore ad ala bassa, carrello retrattile e motor... Il Bell P 39 Airacobra è un caccia monoplano monomotore ad ala bassa, con carrello retrattile di tipo triciclo anteriore... (c) lasecondaguerramondiale.org | Hosting & Template Supero ltd, Se io fossi italiano sarei stato con voi fin dal principio. [82] Nel corso del 1942 la produzione di caccia monomotori raggiunse i 10 000 esemplari; entrarono in servizio con la VVS nuovi caccia come gli Yakovlev Yak-9 e i Lavochkin La-5, che contribuirono ad assicurare ai sovietici la possibilità non solo di superare i tedeschi a livello quantitativo, ma anche di affrontarli ad armi pari a livello qualitativo (nonostante l'arrivo in prima linea, sul fronte opposto, dei nuovi Focke-Wulf Fw 190).

Frasi Cesare Pavese Tumblr, Col Moschin 2 Giugno 2019, Stormtrooper Star Wars Lego, La Battaglia Di Midway Youtube, Paposciare San Menaio, Piscina Notturna Milano, Parco Degli Aromi Tripadvisor, Pigiama Juventus Bambino Zalando, Ron Ultimo Album,