Guerra del Libano Carissimi amici e lettori di Vivi Israele. Ciò culminò in un ampio raduno di protesta a Tel Aviv, organizzato dal movimento Peace Now, seguito al massacro di Sabra e Shatila del 1982. David Ben Gurion Entre ellos ocupa un lugar preferente la organización Hezbollah, fundada en 1982. Sin embargo, este acuerdo no acabó con los combates, trasladados a la 'zona de seguridad' y al norte de Israel. Ogni tanto vale la pena anche ripassare o studiare un po’ di storia, per capire meglio il contesto di Israele e la sua realtà odierna. Questo causò il ritiro poco dopo delle truppe di pace, da Beirut Ovest. Nel gennaio del 1985 Israele iniziò a ritirare il grosso delle proprie truppe, lasciando una piccola forza israeliana e una milizia sostenuta da Israele nel sud del Libano nella "zona di sicurezza", una fascia di territorio di cui Israele considerava necessario mantenere il controllo diretto e indiretto per evitare gli attacchi sferrati ai suoi territori settentrionali. Tale intervento diede origine alla prima guerra israelo-libanese. A quel tempo le milizie cristiane libanesi, essenzialmente costituite dai Falangisti (ma esistevano milizie anche degli ex-Presidenti della Repubblica libanese, Camille Shaʿmūn e Sulaymān Frānjiyye), erano alleate di Israele e furono proprio queste - guidate da Elie Hobeika - a rendersi responsabili del massacro dei campi profughi beirutini di Sabra e Shatila, che provocò 700 vittime civili, per rappresaglia per la morte di Gemayel e la strage di Damour in cui morirono oltre 500 civili, anche in questo caso senza che l'esercito israeliano intervenisse per fermare l'uccisione dei civili. Ciò malgrado e nonostante numerosi altri attacchi lanciati dal 24 luglio 1981, l'OLP continuò a osservare l'accordo di cessate-il-fuoco (Cobban, 1984, pp. Durante el verano de 1982, Israel puso en marcha nuevamente una gran ofensiva contra el país vecino. Con il patrocinio degli Stati Uniti, Israele e il Libano raggiunsero il Trattato di Pace tra Israele e Libano nel maggio del 1983 nel quale si stabilivano le tappe per il ritiro delle forze israeliane dal Libano. Salah Khalaf Harkarbi cita decisioni malamente assunte nel Gabinetto da Ariel Sharon e da Begin, indifferenti delle corrette dichiarazioni del portavoce militare israeliano, e dalla grossolana esagerazione del Likud di atti terroristici condotti a partire dal Libano. [11]. Dal luglio 2006, allorché la maggior parte degli israeliani ha cominciato a chiamare il conflitto in Libano "seconda guerra libanese", la guerra del 1982 è stata spesso chiamata "prima guerra libanese". Il Segretario generale dell'ONU espose nel suo rapporto al Consiglio di Sicurezza (S/14789, S/15194) che dall'agosto 1981 al maggio 1982 compresi, vi furono 2096 violazioni dello spazio aereo libanese e 652 violazioni delle acque territoriali libanesi (Chomsky, 1999, p. 195; Cobban, 1984, p. 112)[6]. 2. Nel 1982, per risolvere una volta per tutte la questione palestinese in Libano, Tel Aviv decise un intervento massiccio in Libano, che verrà ribattezzato “Prima Guerra Israeliano-Libanese”. Le forze palestinesi continuarono a crescere in Libano con personale militare a tempo pieno ammontante a circa 15.000 persone, malgrado solo 6.000, inclusi 4.500 regolari, fossero dispiegati nel Sud. Ghazi Jabali La stampa, fatta eccezione per Haaretz, appoggiò il conflitto: vennero pubblicati articoli con messaggi ottimistici (ad esempio rapporti in cui si parlava di voci circa un certo numero di sequestri di persona nella regione di Gush Dan, implicitamente connettendoli alla guerra) e nessuna voce dubitativa si levò in questi comunicati dei media. Fārūq Qaddūmī Las hostilidades acabaron con un nuevo acuerdo, con disposiciones relativas a la protección de los civiles. Moussa Arafat Abu Nidal Tali attacchi erano stati preceduti da incursioni israeliane in risposta al collocamento di una bomba su un autobus e all'aggressione contro Shlomo Argov. Véase también la Operación Litani.[8]​. Ariel Sharon Jibril Rajoub Dopo l'assassinio nel settembre 1982 di Bashir Gemayel con un attentato dinamitardo, da poco eletto Presidente del Libano, le forze israeliane occuparono Beirut Ovest. I membri dell'ala sinistra del Knesset, compreso Shulamit Aloni e Yossi Sarid disertarono l'assemblea plenaria per la votazione. La Liga Árabe puso fin a estos ataques con la firma del Acuerdo de Taif en 1989. A differenza degli altri numerosi film-israeliani-sulla-guerra-in-Libano, Finale di Coppa ruota attorno a una vicenda in un certo senso molto italiana: la finale del Mondiale del 1982, quella vinta dall’Italia. En esta ocasión se hizo con el control de Beirut, que fue sitiada y bombardeada durante dos meses, hasta que las fuerzas de la Organización para la Liberación de Palestina (OLP) aceptaron salir de la ciudad. En mayo de 2000, el ejército israelí se retiró de los territorios ocupados en el sur del Líbano, más de seis semanas antes de lo acordado. In realtà, quella che si può chiamare prima guerra israelo-libanese, arrivò fino a Beirut dove aveva sede l’Olp (Organizzazione per la Liberazione della Palestina). Il Primo ministro Menachem Begin fu informato dall' intelligence israeliana che l'OLP non era coinvolta nell'attacco ad Argov, ma questa informativa non fu accolta dal suo Gabinetto[7]. También se refiere este conflicto bélico en el largometraje "Lebanon" de 2009, del director Samuel Moaz. Secondariamente, Israele immaginò di poter impedire il consolidamento di una base di operazioni per l'OLP, da cui essa avrebbe potuto lanciare attacchi a livello internazionale, quali l'attacco del 26 dicembre 1968 contro un aereo civile ad Atene. I miei 100 giorni a Beirut, di Franco Bettolini con Marina Crescenti (Ed. The town was besieged. Il 21 aprile 1982, dopo che una mina uccise un ufficiale israeliano in Libano, l'aviazione israeliana attaccò la città costiera di Dāmūr, controllata dai Palestinesi, uccidendo 23 persone. El inicio de la confrontación entre Israel y Líbano: la Guerra del Líbano de 1982. Gli stessi media riferirono del coraggio e il valore dei soldati in battaglia, ma non fecero menzione di perdite. Victoria táctica israelí, pero fracaso estratégico. Nel 1982 Israele invase il Libano: il suo obiettivo era l'annientamento delle formazioni della guerriglia palestinese. Izz al-Din al-Qassam Il Primo ministro d'Israele annunciò che Beaufort era stata conquistata "senza subire perdite", malgrado si sapesse che 6 soldati del corpo speciale Sayeret Golani, incluso il comandante della Sayeret, maggiore Goni Hernik, erano caduti in combattimento. El 11 de abril de 1996, tras los asesinatos de varios israelíes en la frontera norte del país, Israel emprendió la 'operación Uvas de la Ira', que se prolongó por espacio de 17 días y que supuso la reanudación de los ataques contra Beirut por primera vez desde 1982. Tzipi Livni Esta página se editó por última vez el 19 oct 2020 a las 08:51. Il governo d'Israele dette il via libera all'invasione come risposta al tentativo di assassinio messo in atto da parte del Fath contro l'ambasciatore nel Regno Unito Shlomo Argov, e in risposta ad attacchi d'artiglieria dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina contro aree popolate nel nord della Galilea. Gli stessi autori riportano anche che l'intelligence israeliana stimava che il numero dei combattenti palestinesi nel Sud Libano fosse di circa 6.000 “divisi in tre raggruppamenti: circa 1.500 a sud del fiume Litani, nel cosiddetto 'Triangolo di Ferro' (tra i villaggi di Kana, di Dir Amas e di Juya), Tiro, e i campi profughi che confinavano con quest'ultima cittadina; altri 2.500 della Brigata Kastel in tre distretti fra il Litani e una linea che correva fra Sidone e il NE di Nabatiye; e un terzo raggruppamento di circa 1.500-2.000 uomini della Brigata Karameh a est, alle pendici del monte Hermon” (pp. La nuova immagine dello Stato d’Israele nei giornali italiani durante la guerra del Libano del 1982 Da vittime a carnefici: così venivano descritti gli Ebrei dalla stampa italiana (e non solo) di Daniela Franceschi. Nel maggio 1976 le truppe siriane erano entrate nel paese, per sostenere le fazioni musulmane alleate che stavano perdendo la guerra civile contro i maroniti, ma anche per il timore che un OLP troppo potente potesse portare a un intervento armato israeliano in Libano. Nell'agosto 1982, l'OLP sgomberò le sue forze dal Libano. L'OLP divenne una forza potente e svolse un ruolo decisivo nella prima guerra civile libanese, scoppiata per precedenti inadeguatezze del quadro istituzionale interno libanese ma in gran parte per lo sconvolgimento provocato (specialmente nel meridione libanese sciita e contadino) dai profughi palestinesi, presenti in modo significativo anche a Beirut, dove i miliziani usavano girare armati in seguito agli accordi del Cairo della Lega Araba, sottoscritti anche dal Libano. Yasser Arafat Le pesanti perdite israeliane tuttavia, come pure le dichiarazioni disinformanti degli esponenti del governo israeliano, nonché le dichiarazioni pubbliche rese dai sostenitori militari e politici della campagna e la mancanza di obiettivi chiari della stessa, condussero a un crescente malessere nell'opinione pubblica israeliana. La Guerra del Líbano de 1982, denominada por Israel «Operación Paz para Galilea» y también a veces conocida como Primera Guerra del Líbano, fue un conflicto armado que dio inicio el 6 de junio de 1982 cuando las Fuerzas de Defensa de Israel invadieron el sur del Líbano con el objetivo de expulsar a la OLP de dicho país. צריך לדפוק את אש"ף"). Para supervisar su aplicación se creó un Grupo de Vigilancia formado por Estados Unidos, Francia, Siria, Líbano e Israel. Dal 1970 al 1973, l'OLP fu coinvolta nella guerra civile giordana, che portò all'ingresso nel confinante Libano di un gran numero di nuovi combattenti e rifugiati palestinesi che, dopo essersi insediati in un primo tempo attraverso la costruzione di campi profughi, si espansero successivamente con la violenza come testimoniano vari massacri compiuti ai danni soprattutto delle popolazioni cristiane[1][2]. Yitzhak Rabin A partire dal 1968, gruppi palestinesi nel Sud-Libano effettuavano incursioni armate nel settentrione israeliano, bombardando centri abitati israeliani con razzi di tipo Katjuša. Nayef Hawatmeh Yitzhak Mordechai Il problema palestinese e la guerra civile I contrasti interni alla società libanese si manifestarono con vigore già negli anni 1950. Essi erano armati con 60 carri armati antiquati, molti dei quali neppure in grado di muoversi, e 100-200 pezzi d'artiglieria (Sayigh, 1999, p. 524). Secondo la Federal Research Division della Library of Congress, "Israele rispose agli attacchi di razzi sugli insediamenti del nord israeliano bombardando accampamenti palestinesi in Sud-Libano[3]. Si stima che circa 17.000 arabi siano stati uccisi durante la guerra. El Gobierno de Israel ordenó la invasión como respuesta al intento de asesinato del embajador israelí en el Reino Unido, Shlomo Argov, por parte del grupo de Abu Nidal. Dal 1975 essi ammontavano a più di 300.000, che crearono uno Stato nello Stato in Sud-Libano, dove era predominante la minoranza islamica sciita, nel Libano tuttavia particolarmente consistente. George Habash 1982 Lebanon War Also known as the Lebanon Invasion (to Arabs) and the First Lebanon War, or Operation Peace in the Galilee (to Israelis). Le forze totali dispiegate dalla Siria, dall'OLP e da Israele nel corso del conflitto sono dettagliate nella sottostante tabella. Prima Guerra Mondiale ... La missione fu svolta nel periodo dal 23 agosto all'11 settembre 1982 e affidata al 2° battaglione bersaglieri "Governolo" e 1 plotone carabinieri. Zuheir Mohsen Yahya Ayyash Il 24 luglio, l'inviato statunitense Philip Habib mediò per un cessate il fuoco provvisorio, ma gli scontri proseguirono. E la conferma viene non solo dalla nostra storia nel Paese dei cedri, dove l’Italia intervenne già nel 1982 in una missione che sancì il ritorno delle forze italiane nel Mediterraneo, ma anche dalla serie di comandanti italiani che hanno guidato e continuano a guidare la missione Unifil. La guerra in Libano del 1982 L’ accordo di Camp David fu seguito dal disimpegno israeliano dalla penisola del Sinai; tuttavia, a causa del continui attacchi terroristici da parte dell’OLP, Israele non fece nulla per rispettare la seconda parte dell’accordo, che prevedeva il riconoscimento di … Shabtai Shavit Durante la ocupación israelí de Beirut, se permitió la entrada de milicias cristiano-falangistas libanesas a la zona oeste de la ciudad, donde se encontraban dos campos de refugiados. L'invasione è popolarmente imputata di aver accresciuto notevolmente il sostegno garantito a, A Beirut, durante la guerra libanese del 1982, è ambientato il romanzo, Postazione 23. Moshe Arens Abd al-Aziz al-Rantissi Libano (arabo Lubnān) Stato dell’Asia [...] inclini al nazionalismo arabo. Il 6 giugno (data fatidica per il ricordo della Guerra dei sei giorni), le forze israeliane, al comando del ministro della Difesa Ariel Sharon, invasero il Sud-Libano nella loro "Operazione Pace per la Galilea". The siege of the town provoked a strong protests and a rebellion by officers and soldiers from Qbayyat based in an army barracks in Jounieh who wanted to deploy and halt the fighting.» da, Building a Terror Network: 'The Road to 9/11, Lebanese civil war 1982 Full of Pictures and Information, Conflitto del Libano meridionale (1982-2000), Organizzazione per la Liberazione della Palestina, massacro dei campi profughi beirutini di Sabra e Shatila, Risoluzione n. 425 del Consiglio di Sicurezza, Consiglio Libanese per lo Sviluppo e la Ricostruzione, http://www.10452lccc.com/barakat/barakat.june.97.teste.htm, Sharon's war crimes in Lebanon: the record, Lebanon 1982: The Imbalance Of Political Ends And Military Means, RealClearPolitics - Articles - Israel's Lost Moment, 1948-1967 - Lista degli attacchi terr. Further confrontations took place in the region, notably an attack on the Christian town of Qbayyat in ‘Akkar many of whose inhabitants served in the Lebanese army. Il trattato non fu però mai ratificato e nel marzo del 1984, sotto la pressione della Siria, il Libano disconobbe l'accordo. Nei successivi 11 mesi, Israele accusò l'OLP di aver commesso 270 violazioni del cessate-il-fuoco, in cui 29 Israeliani erano stati uccisi e più di 300 feriti. Por su parte, el Gobierno libanés decretó el desarme de todos los grupos armados del país, con excepción de Hezbolá, que desmanteló su estructura en Beirut, pero la mantuvo en el sur del Líbano para continuar su conflicto con Israel. Anzit Guerrero, Ramiro. Il 4 giugno e il giorno 5, aerei israeliani del tipo F-16 bombardarono i campi profughi palestinesi e altri obiettivi dell'OLP a Beirut e nel Sud-Libano, uccidendo 45 persone e ferendone altre 150. Ese mismo año, el Consejo de Seguridad de la ONU aprobó sendas resoluciones en las que instaba a Israel a abandonar los territorios ocupados y creaba una fuerza provisional internacional con el fin de confirmar esa retirada y garantizar el restablecimiento de la paz. Il 3 giugno, il militante palestinese del gruppo al-Fath-Consiglio Rivoluzionario (comandato dall'oppositore di Yasser Arafat, Abū Nidāl) tentò di assassinare Shlomo Argov, ambasciatore di Israele a Londra, paralizzandolo. Il video proviene dalla collana "Le grandi battaglie della storia", distribuzione Folio. La guerra del Libano del 1982 (ebraico מלחמת לבנון, Milkhemet Levanon, Milkhemet Levanon, arabo حرب لبنان, ossia "Guerra del Libano"), anche indicata in ambito militare israeliano con l'espressione Operazione Pace in Galilea (מבצע שלום הגליל, Mivtsa Shalom HaGalil), cominciò il 6 giugno 1982, allorché le Forze di Difesa Israeliane (FDI) invasero il sud del Paese dei cedri. Yuval Diskin Israele sgomberò infine la "zona di sicurezza" nel 2000, durante il primo Gabinetto laburista di Ehud Barak. Goni Hernik al tempo della conquista di Beaufort". PLO office in sidon lebanon 1982.jpg 489 × 341; 34 KB Rafael Eitan during Lebanon War, 1982.jpg 450 × 301; 31 KB Romach4.5Leb91982.jpg 4,116 × 2,028; 1.39 MB Il Segretario generale dell'ONU ha concluso che, per quanto riguardava le Nazioni Unite, il ritiro israeliano dal Libano del 16 giugno 2000, in accordo con la Risoluzione n. 425 del Consiglio di Sicurezza del 1978, metteva fine all'invasione israeliana del 1982. In quello stesso anno ci fu il “cessate il fuoco” imposto dagli americani, che prevedeva l'abbandono dell'OLP da Beirut sotto protezione di una … Após a guerra, e do seguido Setembro Negro na Jordânia, mais de 110.000 refugiados palestinos migraram para o Líbano, contabilizando mais de 400.000 refugiados hoje em dia. Victoria siria política. Secondo gli analisti israeliani Schiff e Ya'ari (1984), l'OLP triplicò abbondantemente la sua artiglieria dagli 80 cannoni e lanciamissili del luglio 1981 ai 250 del giugno 1982 (pp. 1982 - La guerra in Libano del 1982 22-A1. Le forze israeliane conseguirono immediatamente questo obiettivo ma s'impegnarono ulteriormente per espellere l'OLP dal Sud-Libano una volta per tutte[8]. Benjamin Netanyahu In pochi giorni le truppe israeliane arrivarono alla capitale Beirut, che venne cinta d'assedio. La prima guerra del Libano (ebraico מלחמת לבנון, Milkhemet Levanon, Milkhemet Levanon, arabo حرب لبنان, ossia "Guerra del Libano"), anche indicata in ambito militare israeliano con l'espressione Operazione Pace in Galilea (מבצע שלום הגליל, Mivtsa Shalom HaGalil), cominciò il 6 giugno 1982, allorché le Forze di Difesa Israeliane (FDI) invasero il sud del Paese dei cedri. Ghazou Loubnan ‘Am 1982, "Invasão do Líbano de 1982" ou الإجتياح‎, Al-ijtiyāḥ, lit. La Guerra del Líbano de 1982, también conocida como Primera Guerra del Líbano, fue un conflicto armado que tuvo lugar entre el 6 y el 22 de junio de 1982. Leila Khaled L'aviazione israeliana abbatté 86 aerei siriani, affermando di non aver subito alcuna perdita nei combattimenti aerei; un risultato ottenuto principalmente grazie alla combinazione tra caccia, droni Mastiff - che provocarono l'accensione dei radar di ricerca delle postazioni SAM siriane[9] - e controllo radar aerotrasportato basato su aerei E2 Hawkeye, che guidarono con precisione i caccia israeliani sui bersagli siriani[10]. Desde entonces, el clima de tensión y desencuentro ha sido constante en la zona. Tropas israelíes en el sur del Líbano, junio de 1982. Abba Eban Aumento de la influencia siria en el Líbano. Il Presidente del Consiglio di Sicurezza, Ide Oumarou del Niger, espresse "profondo sconcerto sull'ampliamento della perdita di vite umane e delle distruzioni causato da eventi deplorevoli che si sono succeduti per numerosi giorni in Libano[4][5]. La guerra del Libano del 1982 (ebraico מלחמת לבנון, Milkhemet Levanon, Milkhemet Levanon, arabo حرب لبنان, ossia "Guerra del Libano"), anche indicata in ambito militare israeliano con l'espressione Operazione Pace in Galilea (מבצע שלום הגליל, Mivtsa Shalom HaGalil), cominciò il 6 giugno 1982, allorché le Forze di Difesa Israeliane (FDI) invasero il sud del Paese dei cedri. 4 Il terzo capitolo (1982-1990) tratterà le fasi finali della guerra civile, da quando, con l’invasione israeliana il paese è del Libano, occupato quindi da due eserciti La prima guerra del Libano (ebraico מלחמת לבנון, Milkhemet Levanon, Milkhemet Levanon, arabo حرب لبنان, ossia "Guerra del Libano"), anche indicata in ambito militare israeliano con l'espressione Operazione Pace in Galilea (מבצע שלום הגליל, Mivtsa Shalom HaGalil), cominciò il 6 giugno 1982, allorché le Forze di Difesa Israeliane (FDI) invasero il sud del Paese dei cedri. Danny Yatom Avi Dichter Il 23 ottobre 1983 però un duplice attentato dinamitardo da parte di Hezbollah alle basi della forza multinazionale causò la morte di 241 marines statunitensi e 56 soldati francesi, in gran parte della Legione. Moshe Ya'alon Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 22 dic 2020 alle 11:07. Haim Bar-Lev EL PODER DE HEZBOLÁ ANTECEDENTES Por su parte el gobierno libanés decretó el desarme de todos los grupos armados del país,con excepción de hezbolá,que demanteló su estructura en Beirut,pero la mantuvo en el sur de líbano para continuar su conflicto con israel. En junio de 1978, las fuerzas israelíes se retiraron del Líbano, exceptuando lo que Tel Aviv denominó «zona de seguridad». Nel prosieguo del 1982, fu raggiunto un accordo e forze militari di pace statunitensi, francesi e italiane (Missione Italcon) garantirono ai sopravvissuti dell'OLP di trovare rifugio negli Stati arabi confinanti. As of 2012, approximately 76,000 people remain displaced within Lebanon. Em 1975, eles eram mais de 300.000, criando um estado informal dentro do estado no sul do Líbano. 119–120). Las fuerzas israelíes ocuparon Beirut hasta julio de 1983, cuando se retiraron al río Awali, al norte de Sidón. Ramadan Shallah Ali Hasan Salama Véase también la Operación Lit… Mohammed Deif Ogni attacco rivelò la limitata utilità di una soverchiante superiorità delle forze militari convenzionali nel garantire immunità e sicurezza nei confronti degli atti offensivi in grado di condurre a un alto numero di perdite allorché gli aggressori siano mossi da una decisa volontà operativa e siano capaci di cooperare anonimamente in mezzo a popolazioni non combattenti. Israele sta facendo qualcosa che potrebbe pagare per molte generazioni future". Si concluse nel 1985 con il ritiro delle truppe israeliane. Secondo il Segretario generale dell'ONU, le forze aeree israeliane bombardarono obiettivi palestinesi in Sud-Libano e il giorno seguente elementi palestinesi lanciarono colpi d'artiglieria e razzi sul nord d'Israele. L’operazione militare “Pace in Galilea” parte il 6 giugno del 1982 ed è finalizzata a sradicare dal Sud del Libano la presenza armata palestinese. 134–135). In risposta a questa iniziativa si sollevarono critiche e proteste, fra le quali quella dell'editore di Yediot Ahronoth il quale propose di perseguire simili atti con l'accusa di tradimento. Khaled Mesh'al Amihai Ayalon Il 10 luglio 1981, dopo un periodo di pace, la violenza si manifestò in Sud-Libano. A tale numero andrebbero aggiunte anche le vittime causate dalla guerra civile libanese, di cui la Prima Guerra del Libano è di fatto un allargamento alle potenze vicine. Toda la zona comprendida entre este río y la frontera siguió ocupada hasta 1985, cuando retrocedieron nuevamente a la 'zona de seguridad'. contro Israele, 1970 - massacro dello scuolabus di Avivim, - 1972 - Raid aerei israeliano in Siria e Libano, - 1973 - operazione Primavera di Gioventù, 1975 - inizio della guerra civile libanese, 1978 - 1ª invasione israeliana del Libano, 1982 - 2ª invasione israeliana del Libano, 1985 - attentato contro la British Airways in via Bissolati, 1985 - attacco di Larnaca e sequestro della, 1993-1999 - attentati suicidi palestinesi, 1997 - attentato al mercato di Mahane Yehuda, - 2002 - attentato al mercato di Mahane Yehuda, 2006 - operazione Bringing Home the Goods, 2006 - 3ª invasione israeliana del Libano, - 2006 - esplosione alla spiaggia di Gaza, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Guerra_del_Libano_(1982)&oldid=117431992, Template Webarchive - collegamenti all'Internet Archive, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo, Lanciatori di missili terra-aria principali, Dal punto di vista militare israeliano, l'invasione fu un successo, per aver allontanato l', La forza militare siriana fu indebolita da perdite in azione bellica, specialmente registrate nel campo aeronautico.